Ortopedia Mentale (OM)

L'ortopedia mentale è una branca della psicologia e nasce come tecnica d'intervento su bambini mentalmente ritardati per migliorare le disabilità cerebrali causate da fattori prenatali e postnatali

Fortificare le abilità mentali

Come si applica?

Il procedimento è lo stesso dell’ortopedia medica ma con una differenza sostanziale: come il medico congiunge due ossa di un corpo spezzate da un trauma con viti e piastre, così lo psicologo dell’ortopedia mentale sollecita le sinapsi interrotte da un trauma o impigrite per apatia e torpore fisico, a ricongiungersi con cellule intermedie sane, per ripristinare il passaggio dei messaggi da una sinapsi all’altra.

L’ortopedia mentale si applica a bambini, adolescenti, adulti e anziani, per un sano sviluppo della mente, per mantenere un pensiero fruttifero e dinamico, per stimolare la creatività e per ringiovanire le cellule in decadenza fisiologica.

Come funziona?

Esattamente come funziona la ginnastica fisica di un corpo con la differenza di non irrobustire i muscoli pettorali (tartaruga) ma un cervello agile, dinamico e flessibile che rende più giovane l’aspetto fisico e tutti gli organi a esso connessi. Amarsi, non vuol dire, forse, “piacere agli altri e desiderarne il possesso”?

Le tecniche dell’ortopedia mentale trasmettono all’organismo il desiderio di piacere. Adulti e persone di età avanzata possono usufruire di codesta abilità per migliorare la propria memoria e le proprie capacità espressive. Gli esercizi mentali predisposti dallo psicologo servono per mantenere la propria mente in attività, pertanto essi sono sostanzialmente una ginnastica del cervello per mantenersi sempre giovani nella mente e nelle attività pratiche.

L’Ortopedia Mentale è una tecnica o un metodo?

Come tecnica psicologica serve per allenare il cervello e avere pensieri connessi al linguaggio. Come metodo quotidiano è una ginnastica cerebrale per accrescere il pensiero creativo, rigenerare attitudini e talenti e riabilitare le facoltà che hanno perso lucidità per trauma cerebrale, pigrizia mentale e peso degli anni.

Funziona anche nelle attività sessuali?

Molti credono che a una certa età, l’istinto sessuale si spenga perché è sopraggiunta la cosiddetta vecchiaia e gli organi non reagiscono più alle sollecitazioni, ma questo è un falso problema dovuto alle consuetudini di un mondo che ha considerato il sesso come attività adolescenziale e giovanile . Oggi l’attività sessuale non riguarda più l’età cronologica, ma quella soggettiva che si realizza nella più completa libertà dei sensi e del pensiero non più inibita da forme educative restrittive.

Il cervello per altro, è una macchina che non si ferma mai e se l’organismo fisiologicamente indebolisce, psicologicamente il cervello supplisce, reintegrando le funzioni mentali con ciò che a esse è collegato.

Per appuntamenti.

Telefono: +39 051 502842
Cellulare: +39 347 9690701

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.