/* il mio dottore widget*/
Psicologia

La felicità esiste?

By 8 Novembre 2018 No Comments

Un cammino umano: cercare i motivi per vivere

 

La vita e la morte corrono sullo stesso binario

I motivi per vivere sono tanti quanti sono i motivi per morire perché la vita e la morte vanno sempre di pari passo e tutt’e due giungono inaspettatamente senza alcun preavvertimento. La prima ci viene data per regalo, le seconda ci è tolta per obbligo.

Dono e costrizione

La vita ci viene regalata, ma possiamo viverla a modo nostro, mentre la morte ci viene imposta da forze superiori senza poter scegliere come morire. Proprio per questo amiamo la vita che apparentemente ci dà la libertà di usufruirla e odiamo la morte perché ci toglie tutto, anche il ricordo di essere vissuti.

Sentimenti ambivalenti

Ci sono due motivi per vivere: stabilire un approccio positivo con la vita per raccogliere il meglio che essa ci offre e dare visibilità alle nostre idee amando e odiando con nostri sentimenti ambivalenti che accompagnano il nostro percorso senza sapere dove arriveremo, perché il tempo non ci appartiene.

Vivere per ricercare la felicità

Viviamo per cercare il motivi per cui vivere e questo è il dono che ci è dato dalla vita stessa perché non essendo mai soddisfatti, continueremo a cercarli per tutta la nostra esistenza nella vana ricerca di trovare la felicità.

La felicità sta nella nostra realizzazione

Da animali siamo diventati uomini; da uomini siamo diventati saccenti; da saccenti siamo diventati sapienti e siamo sempre scontenti perché la realizzazione  dell’Umano non si arresta mai. L’uomo che ricerca ricerca le ragioni del proprio vivere e del proprio potere scopre anche che l’onnipotenza non gli appartiene e ciò lo rende scontroso e, a volte cattivo, ma nonostante ciò, continua a cercare quella piccola parte di felicità che alla fine lo rende sereno.

Leave a Reply